Tag di prodotto - cristalli CBD

  • Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello:

    99% CBD ISOLATO 1gr DI CBD PURO

    estrazione di solo CBD al 99% - isolate cbd
    Hot
    0 out of 5

    99% CBD ISOLATO 1gr DI CBD PURO

    99% di CBD isolato

    Il CBD isolato è l’estratto di cannabis sativa con le più alte concentrazioni di CBD in assoluto, essendo per l’appunto un composto in cui è stato isolato il cannabidiolo dagli altri cannabinoidi (CBG, CBN, , THC, CBC etc), caratteristici della pianta della canapa.

    A processo finito, attraverso l’uso di CO2 (anidride carbonica), il CBD isolato si presenta sotto forma di cristalli che vengono sminuzzati e ridotti in polvere. A causa del processo di purificazione da altri fitocannabinoidi, l’isolato di CBD non ha un sapore, per mancanza di terpeni.

    Differenza tra CBD isolete VS full spectrum

    Da considerare che il CBD isolato (isolate) al 99% è un concentrato di solo cannabidiolo , la confezione di 1 gr contiene ben 900 mg di CBD attivo. Questo tipo di estratto si differenzia dagli altri concentrati per l’assenza di altri cannabinoidi presenti nella canapa, tra cui possiamo citare i più noti come il CBN (Cannabinol), CBG (Cannabigerol) e THCV (Tetraidrocannabivarin). 

    Al contrario un estratto full spectrum contiene CBD e tutti gli altri cannabinoidi, tra cui piccole tracce di THC. Quindi, il CBD isolate si può considerare CBD purificato, isolato appunto dagli altri cannabinoidi, rendendosi adatto a chi non ha bisogno delle proprietà benefiche di tutti i fitocannabinoidi e vuole agire in maniera più decisa su quelli propri del CBD.

    Come usare e a che serve il CBD isolate o puro

    Il CBD isolato (cannabidiolo puro) è un opzione per chi volesse trattare o prevenire i seguenti problemi:

    • dolore cronico e intenso come emicrania o infiammazioni
    • ansia e in alcuni casi la psicosi
    • attacchi di panico
    • epilessia infantile
    • diabete di tipo II
    • ridurre infiammazioni
    • depressione (CBD è un antipsicotico)
    • malattie neurodegenerative
    • tremori dovuti a malattie come Parkinson
    • Alzheimer in quanto rimuovere la placca beta amiloide delle cellule celebrali
    • spasticità muscolare come nel caso della sclerosi multipla o altre malattie neuronali che attaccano le funzioni motorie.

    Studi scientifici hanno dimostrato e continuano a studiare le proprietà benefiche della cannabis. Alcuni benefici del CBD sono già ampiamente dimostrati come per esempio per la cura del glaucoma, contribuisce a calmare persone affette dalla Sindrome di Tourette, disturbo ossessivo-compulsivo (DOC).

    Le sue proprietà antiemetiche  vengono utilizzate per trattare naturalmente gli effetti sgradevoli della chemioterapia e radioterapia. Inoltre, il CBD al suo stato puro è un potente anticancerogeno che impedisce la proliferazione delle metastasi e inibisce le cellule tumorali, aiutando alla riduzione del cancro.

    Nuovi studi in corso, stanno riscoprendo pian piano le proprietà medicinali e benefiche della canapa, anche sul trattamento naturale di nuove malattie che non hanno una eziopatogenesi ancora chiara, come per esempio il morbo di Crohn.

    Secondo gli studi e le prove di laboratorio, per avere un’efficacia in malattie e dolori gravi, i dosaggi di CBD isolato sono stati molto alti, l’equivalente di 500-1500 mg diari, dipendendo dai casi. Sempre comunque si consiglia di fare presente al medico di cura della volontà di utilizzare il CBD isolato, poichè potrebbe interagire eventualmente con i farmaci sintetici che già di per sè hanno effetti collaterali.

    Per saperne di più : Dott. neurologo Ethan Russo principale studioso dagli anni ’70 di cannabinoidi

     

     

     

    55,00